“A hero never dies” di José Molina

MOSTRE

“A hero never dies” di José Molina

“A hero never dies” di José Molina

Le opere colorate e giocose dell’artista spagnolo José Molina, approdano fino a fine agosto nello spazio espositivo del Village con la mostra A HERO NEVER DIES.

L’esposizione presenta una trentina di opere originali, retouchè e grafiche coloratissime, realizzate sia con la tecnica mista che ad olio e acrilico su carta dall’eclettico artista spagnolo.

Una selezione del tutto originale che riprende il tema del gioco e della classicità applicato a soggetti iconici. I corpi statici presi dal gioco delle Lego, si trasformano in miti universali e ne portano in evidenza le caratteristiche somatiche e sintattiche che ce li rendono così familiari.

La mostra risponde ad una delle più importanti funzioni dell’arte secondo Josè Molina, ovvero tenere accesa la memoria, facendo rivivere attraverso l’immagine personaggi che sono testimoni indiscussi del passato o del presente. Sono persone che hanno influenzato o stanno influenzando le nostre vite: da Salvator Dalì a Picasso -che l’artista considera i suoi maestri-, da Freddy Mercury a Obama, la galleria dei soggetti moliniani sono un percorso nel mito e nella memoria di ognuno che diventa però memoria collettiva.

La sua vuole essere una rilettura, talvolta per omaggiare, talvolta per criticare in modo leggero ma penetrante. L’idea di reinterpretare capolavori dell’arte Occidentale e personaggi del nostro tempo attraverso il gioco è il suo modo di proporre un’arte accessibile a tutti, stabilendo un contatto più diretto con il suo pubblico.

La mostra, con ingresso libero ma contingentato e gratuito, propone anche una sezione dedicata all’Italia con 4 soggetti iconici che testimoniano ancora una volta quanto sia incisiva ed attuale l’influenza della Arte Italiana.

L’Artista:

José Molina nasce a Madrid nel 1965. All’età di undici anni ha inizio la sua formazione in diverse scuole d’arte. A diciotto anni inizia a lavorare in pubblicità e nel frattempo frequenta l’Università di Belle Arti di Madrid per due anni. Tiene la sua prima personale Morir para Vivir nel 2004 a Milano. Questa prima produzione pittorica è caratterizzata da una ricerca introspettiva molto intensa.
Tra il 2005 e il 2007 Molina completa la sua seconda collezione Predatores dove sposta la sua analisi sulla relazione uomo-società. La collezione vive una ricca stagione espositiva, tra cui, a Milano una personale presso il Museo della Scienza a cura di Vittorio Sgarbi. Seguono altre personali presso la Fondazione Mudima, le gallerie Ca’ di Fra e Mc2, e a Roma presso la Galleria Romberg. Dopo tre anni di bianco e nero, nel 2010 Molina realizza Cosas Humanas, dodici opere
a olio su tavola di grandi dimensioni. Il fil rouge che lega insieme questi progetti nasce dalla magna questio sulla persona umana in tutte le sue dimensioni, sociale, spirituale e naturale.
Molina ha esposto le sue opere in prestigiose istituzioni: Triennale, Milano; Fondazione Stelline e Fondazione Mudima, Milano; Real Academia de España, Roma; Museo Poldi Pezzoli, Milano; Reggia di Caserta; Museo Civico di Bressanone; Palazzo Ducale di Modena. Le sue opere sono state esposte a New York presso la galleria Able Fine Art e a Miami presso Context Art Fair. L’artista vive ora sul Lago di Como.

Other News

Vi informiamo che, per migliorare la Sua esperienza di navigazione su questo Sito, (Franciacorta Outlet Village) utilizza dei cookies. La Stessa impiega diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione e cookies di terze parti che consentono, a queste ultime, di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina Informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto ” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati nell' Informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. – ed artt 13-14 del REG UE 679/16